Progetto "Internado Casa de Nazarteh"

Ricevete un fraterno saluto di pace e bene. Sono Suor Mirta Duarte, direttrice dell’Intarnado “Casa Nazareth” sita in Tamobamba, Peru. Vi scrivo per presentare alcune necessità basiche che abbiamo nella nostra “Casa Nazareth”, affinché bambine, bambini e adolescenti possano avere quanto necessario per uno sviluppo integrale come persone, tenuto conto che siamo ubicati nella Regione di Apurimac dichiarata dallo stesso Governo come la Regione più povera del Peru. Per questo mi appresto a presentare le necessità della nostra opera, sollecitando la vostra collaborazione economica nella realizzazione di questo specifico Progetto. Vi sollecito ad aiutarci nel realizzare questo Progetto al fine di proseguire questa grande opera: quello che riceveremo sarà ben speso e avrete la nostra riconoscenza. Che il Signore vi benedica abbondantemente e che il vostro spirito di solidarietà segno dell’impegno cristiano, possa realizzarsi in questa opera di misericordia. Vi saluto nella speranza che questo nostro appello possa diventare realtà, con la Benedizione della Provvidenza, confidando nell’aiuto che potrete darci. Con anticipati ringraziamenti Suor Mirta Duarte Gutiérrez Direttrice Internado “Casa Nazareth” di Tambobamba – Apurimac – Peru La Congregazione delle Religiose “Francescane Missionarie del Sacro Cuore” compie 25 anni di presenza missionaria in Peru, nel paese di Tambobamba capoluogo della Provincia di Cotabambas, nella Regione di Apurimac. Ad oggi il Vescovo della Prelatura è Mons. Domenico Berni. In Tambobamba è ubicata la struttura “Casa Nazareth”, che ospita 48 bambine e ragazze e 32 bambini e ragazzi di età variabile dai 5 ai 16 anni. I bambini arrivano da comunità circostanti Tambobamba, a una distanzia che può variare da una a otto ore di cammino, ad esempio: Chullapata, Pocpoqqueray, ñahuempujyo, Pichaca, Occoruro, Ocrabamba, Yanacca e molte altre. La maggior parte vive a un’altezza media di 3.500 metri slm, in zone fredde e di difficile accesso. Provengono da famiglie di “campesinos”, con una limitata o nulla istruzione scolastica e molti di lingua Quechua, con scarsissime risorse economiche. La coltivazione è principalmente di patate, alimento principale di una dieta normalmente molto povera (vista l’altitudine è difficile la coltivazione di altri prodotti) e l’allevamento di pochi capi di pecore, Lama o più raramente mucche. Solo circa il 30% dei bambini può contare su un affidabile adulto di riferimento. I bambini spesso subiscono l’abbandono, perlopiù paterno, e si ritrovano a carico della mamma, di altri familiari e più spesso dei nonni e difficilmente si trova qualcuno capace e disposto a prendersene cura. E’ elevato e allarmante l’alcolismo, causa di gravi e profonde violenze familiari. C’è un alto tasso di abuso e violenza nei confronti dei bambini maschi. Tutto questo porta, come conseguenza; denutrizione, difficoltà di apprendimento, abbandono scolastico, bambini usati al posto degli adulti nel lavoro quotidiano, gravidanze spesso in età giovanissima ecc. Le Suore, fin dal primo momento dell’arrivo della Congregazione in Tambobamba, hanno avuto chiaro l’obiettivo di educare queste persone e aiutarle, accompagnando e vegliando su una formazione integrale soprattutto dei bambini, affinché il lavoro pedagogico, sociale e cristiano sia significativo per le loro vite. Da questo lavoro dipenderà la loro piena realizzazione come persone capaci di integrarsi nella loro società in modo significativo. Progetto per il biennio 2015-2016 1. Cambio di utensili e suppellettili in cucina: negli anni si sono deteriorati a causa dell’uso intenso. E’ chiaro che per una sana preparazione dei pasti gli utensili devono essere dignitosi ed efficienti, in particolare pentole, tavoli, bicchieri, tazze, brocche, cucchiai e altri strumenti indispensabili. 2. Aiuto pedagogico: abbiamo bisogno del supporto di professori e professoresse per i differenti livelli di apprendimento, considerato che il 75% di bambine e bambini arrivano senza sapere né leggere né scrivere. Pertanto abbiamo la necessità di quattro professori, tre per la scuola primaria e uno per la secondaria e questo, ovviamente, ha un costo. Ma sono necessari per un sano sviluppo delle nostre bambine e bambini, affinché siano preparati adeguatamente per il livello scolastico che dovranno seguire. 3. Cambio dei copriletti: quelli che abbiamo sono molto deteriorati, per l’uso e per i frequenti lavaggi. Per bambine e bambini avere un letto pulito e dignitoso è necessario per l’ordine e il buon riposo Inoltre abbiamo a cuore l’attenzione all’alimentazione delle bambine e dei bambini, soprattutto perché la maggior parte arriva denutrita a causa di una alimentazione poverissima e scorretta. Nei loro villaggi e nelle loro case mangiano abitualmente “agua de chuño” (un alimento a base di patate molto povero) e patate e questo tipo di alimentazione è causa della denutrizione e di infermità. Cerchiamo di offrire dignità anche per la cura della salute, del vestiario e ovviamente a livello educativo. Ringrazio a nome della mia Congregazione religiosa “Francescane Missionarie del Sacro Cuore”, in particolare da parte delle nostre bambine e bambini della “Casa Nazareth” auguriamo a tutti voi ogni bene. Che vi arrivi ogni benedizione nella salute, nel lavoro e in famiglia, di unione e comprensione. Viviamo ogni giorno nell’allegria, cercando di fare tutto quello che possiamo, perché solo così avrà senso la nostra vita. Affettuosamente Suor Maria Duarte Gutiérrez Direttrice PRESUPUESTO DE PROYECTO 2015 – 2016 ITEM COSTO in SOLES COSTO in DOLLARI 1 Pentole, cucchiai, bicchieri, coltelli, pattumiere e altri suppellettili 5,000.00 1,562.5 2 Copriletti S/. 65 x 80 5.200.00 1,625.0 3 Aiuto pedagogico annuale, 3 docenti per scuola primaria e secondaria 25,000.00 7,812.5 4 TOTALE DEL PROGETTO 35,200.0 11,000.0 (euro 9.878,80) NOTA: cambio moneta al 20 febbraio 2015 euro/dollaro 1.1135 dollaro/soles peruviano 3,49